ENZO MONTANARI
SHOTOKAN KARATE STUDIO

ginnastica energetica cinese

 

Chan Si Gong

 

CHAN SI GONG

 

CHE COS’E’ IL CHAN SI GONG?
Tradotto letteralmente significa: metodo oppure abilità (Gong) per avvolgere (Chan) la seta (Si). In modo meno letterale lo si può definire come l’esercizio del Bozzolo di Seta. Il nome deriva dal fatto che i movimenti a spirale, che nello spazio tridimensionale si formano partendo dal cerchio e da un vettore direzionale, sono spesso paragonati al moto di rotazione contrale del bozzolo del baco da seta, quando la seta viene filata.
 
A COSA SERVE IL CHAN SI GONG?
Al pari dello Zhan Zhuang è una pratica molto particolare che difficilmente si può riuscire a studiare nella forma corretta e completa anche nella stessa Cina. A partire dalle articolazioni delle dita delle mani, si muovono, con movimenti spiraliformi, posi, gomiti, spalle, bacino, ginocchia, caviglie, collo.
La medicina occidentale insegna che le articolazioni sono “nutrite” e mantenute efficienti solo se si muovono; mentre se il movimento è scarso o nullo tendono a bloccarsi, a perdere al loro funzionalità, a rinsecchirsi e a produrre dolore. Questa pratica permette di eliminare la rigidità e migliorare l’elasticità e la flessibilità  “aprendo e sciogliendo” tutte le articolazioni del corpo.
Anche questa pratica speciale, al pari di quella statica (Zhan Zhuang) è utilissima non solo ai fini preventivi per il mantenimento della buona salute, ma può essere utilizzata da chi pratica una qualsiasi disciplina di combattimento, per imparare a connettere dinamicamente, attraverso i movimenti spiraliformi, tutti i settori corporali in modo da poter utilizzare il corpo come unità. In tal modo, attraverso “l’apertura” delle articolazioni l’energia è fruibile in modo pratico: può diventare penetrante come un proiettile  a cui viene impresso  un moto a spirale; oppure può neutralizzare la forza usata dall’avversario per attaccare, insegnando al praticante come convogliarla verso il vuoto.

 

CHAN SI GONG a cosa serve

 

QI GONG

 

CHE COS'E' IL QI GONG?

Nella lingua cinese "QI GONG" significa: abilità (Gong) nel controllare ed aumentare l'energia vitale (Qi), la sua pratica consiste nell’esecuzione di esercizi statici, dinamici, di respirazione, di concentrazione, tutti mirati a favorire e a regolare il passaggio del Qi nei canali di trasporto energetici e che ciascuno di noi possiede nel proprio corpo.

A COSA SERVE IL QI GONG?

Una pratica regolare del Qi Gong serve a rafforzare le potenzialità energetiche del proprio corpo, migliorando la forma fisica e mantenendo la buona salute, combattendo malattie e rallentando i processi di invecchiamento. Gli effetti collaterali derivanti da cure farmacologiche sono notevolmente attenuati.

CHI PUO’ PRATICARE IL QI GONG?

Il Qi Gong è adatto a tutti: uomini, donne, giovani, anziani, persone deboli o robuste, convalescenti, allenate o senza alcuna preparazione fisica. La sua pratica corretta non comporta né rischi né effetti secondari.

CON CHE FREQUENZA SI DEVE PRATICARE IL QI GONG?

Preferibilmente ogni giorno, o almeno dalle tre alle cinque volte a settimana, dedicando ad ogni seduta un tempo minimo di 10 – 15 minuti. Alcuni particolari esercizi permettono, in pochi minuti, di allontanare una condizione interna di stress impedendo così che possa insediarsi stabilmente e crescere.

COME SONO ORGANIZZATI I VOSTRI CORSI?

Il corso è monosettimanale della durata di 90 minuti, il mercoledì dalle ore 18.00 da ottobre a giugno. “l’osservazione vale più di un lungo discorso; l’esperienza diretta vale più dell’osservazione”. (proverbio cinese)

QI GONG

 

ZHAN ZHUANG - PRATICA STATICA (DELL'ALBERO)

 

CHE COS’E’ LO ZHAN ZHUANG?

E’ un esercizio molto particolare della tradizione cinese che insegna a rimanere fermi, eretti e allo stesso tempo vitali come un albero. La traduzione del nome è: “Stare in piedi come un palo”. Si tratta di una pratica molto antica e poco conosciuta (fino a pochi decenni fa era addirittura tenuta segreta) nella quale, assumendo varie posizioni, ogni movimento volontario viene eliminato.

A COSA SERVE LO ZHAN ZHUANG?

Mentre gli esercizi di ginnastica tradizionale richiedono dispendio di energia, in questa pratica, al contrario, l’energia interna del corpo aumenta. Ciò permette di migliorare il funzionamento del sistema immunitario con conseguente maggior resistenza alle malattie, di curare molte patologie ormai diventate croniche, di sentirsi vitali e meno affaticati, di ottenere una “rigenerazione” del sistema nervoso. Possiamo garantire che attraverso una pratica regolare i risultati saranno certi e inconfutabili. Inoltre, chi studia una qualsiasi disciplina di combattimento può utilizzare lo Zhan Zhuang per sviluppare la cosiddetta "forza esplosiva". Tale forza rappresenta il “segreto” nascosto nell’insegnamento di ogni autentica arte marziale.

CHI PUO’ PRATICARE LO ZHAN ZHUANG?

Chiunque può trarne notevoli benefici: chi pratica una qualsiasi arte marziale e si deve preparare al combattimento, ma anche chi vuole mantenersi in buona salute. Chi è molto debole o anziano e trova difficoltà a rimanere in piedi, può esercitarsi stando seduto o addirittura coricato. In Cina questa pratica è stata introdotta con ottimi risultati in alcuni ospedali specializzati.

CON CHE FREQUENZA SI DEVE PRATICARE LO ZHAN ZHUANG?

Come per il Qi Gong, preferibilmente ogni giorno. Inizialmente rimanere fermi per soli cinque minuti può rivelarsi un esercizio molto impegnativo. Con il procedere della pratica si può arrivare a venti minuti (tempo minimo affinché l’esercizio produca i suoi effetti), sino a un’ora (che rappresenta il tempo ideale di esercizio quotidiano di un praticante esperto).

COME SONO ORGANIZZATI I VOSTRI CORSI?

Si tengono corsi il martedì dalle 20.30 – 21.30 ed il sabato dalle 10.00 – 11.00. I corsi iniziano a ottobre e terminano a giugno. La forma di pagamento è trimestrale.

 

CHAN SI GONG - BOZZOLO DI SETA

 

CHE COS’E’ IL CHAN SI GONG?

Tradotto letteralmente significa: metodo oppure abilità (Gong) per avvolgere (Chan) la seta (Si). In modo meno letterale lo si può definire come l’esercizio del Bozzolo di Seta. Il nome deriva dal fatto che i movimenti a spirale, che nello spazio tridimensionale si formano partendo dal cerchio e da un vettore direzionale, sono spesso paragonati al moto di rotazione contrale del bozzolo del baco da seta, quando la seta viene filata.

A COSA SERVE IL CHAN SI GONG?

Al pari dello Zhan Zhuang è una pratica molto particolare che difficilmente si può riuscire a studiare nella forma corretta e completa anche nella stessa Cina. A partire dalle articolazioni delle dita delle mani, si muovono, con movimenti spiraliformi, posi, gomiti, spalle, bacino, ginocchia, caviglie, collo. La medicina occidentale insegna che le articolazioni sono “nutrite” e mantenute efficienti solo se si muovono; mentre se il movimento è scarso o nullo tendono a bloccarsi, a perdere al loro funzionalità, a rinsecchirsi e a produrre dolore. Questa pratica permette di eliminare la rigidità e migliorare l’elasticità e la flessibilità  “aprendo e sciogliendo” tutte le articolazioni del corpo. Anche questa pratica speciale, al pari di quella statica (Zhan Zhuang) è utilissima non solo ai fini preventivi per il mantenimento della buona salute, ma può essere utilizzata da chi pratica una qualsiasi disciplina di combattimento, per imparare a connettere dinamicamente, attraverso i movimenti spiraliformi, tutti i settori corporali in modo da poter utilizzare il corpo come unità. In tal modo, attraverso “l’apertura” delle articolazioni l’energia è fruibile in modo pratico: può diventare penetrante come un proiettile  a cui viene impresso  un moto a spirale; oppure può neutralizzare la forza usata dall’avversario per attaccare, insegnando al praticante come convogliarla verso il vuoto.

COME SONO ORGANIZZATI I CORSI?

Si tengono corsi il mercoledì dalle 20.00 – 21.00 ed il sabato dalle 11.00 – 12.00. I corsi iniziano a ottobre e terminano a giugno. La forma di abbonamento è trimestrale e c’è un’agevolazione per chi frequenta anche il corso di Zhan Zhuang.